LA GERARCHIA SOCIALE

THRALL/GRODHKONA - Schiavo/a (1° anno). Non ha diritti, e svolge tutte le mansioni più umili. Viene "comprato" in un finto mercato da un Frihal, che ha poi l'incarico di formarlo e farlo diventare a sua volta un frihal. 

FRIHAL - Uomo libero, equivale al frihal dei Vikings. Tale rango viene riconosciuto dopo un anno, e per ottenerlo si deve partecipare ad un evento ed avere almeno un set di vestiario completo e la certificazione per la vita da campo. 

 
KARL - Equivale al dreng nell'esercito e nei Vikings. 
 
THEGN - Equivale al thegn nell'esercito e nei Vikings. 

FRÄLSE - Equivale al rango di Hersir nell'esercito. 
 
ADEL - Viene riconosciuto a chi ottiene il rango di Jarl nei Vikings o fa parte della cerchia dello Jarl del gruppo. 
 
JARL - Viene riconosciuto allo Sturman (rappresentante riconosciuto presso il consiglio dello Herthœgi di Vikings Italy) che è poi chi dirige la Sippe a titolo effettivo. 
In segno di cortesia, ci si rivolge sempre ad un uomo o una donna di rango superiore usando il titolo "HERR" (Signore) o FRÜ (Signora) e dando del "LEI". Tra pari rango ci si dà del VOI: il titolo non è obbligatorio, ma è consigliato se non si è propriamente in stretta amicizia o in rapporti di parentela diretta. Verso chi ha un rango più basso ci si rivolge usando nome e patronimico e dando del "VOI". Verso gli schiavi si usa solo il soprannome e si dà sempre del "TU". 

LA FAMIGLIA VICHINGA 

La famiglia, presso i vichinghi, era la pietra angolare di tutta la società. Per tale motivo, la famiglia godeva di un prestigio e di tutele particolari nella giurisprudenza scandinava. Lo stesso avviene in ODHINSYNIR, dove la Famiglia viene trattata con particolare riguardo e religioso rispetto. 
 
E' importante sottolineare da subito che NON per ragioni di tipo ideologico, ma unicamente per correttezza storica, viene considerata FAMIGLIA solo quella TRADIZIONALE, composta da uomo, donna e prole. Per quanto la diversità sessuale sia pienamente tollerata e tutelata a norma di legge, l'unione gay non rientra nella definizione di FAMIGLIA secondo l'uso storico, e di conseguenza non è riconosciuta tale in contesto ricostruttivo / rievocativo. Sono invece riconosciute FAMIGLIA le coppie di fatto eterosessuali, anche se non sposate. 
 
Esistevano trai vichinghi 3 tipologie di famiglia: 
 
KYN - Ossia la famiglia nucleare, composta da genitori e figli. 
AETT - Ossia la famiglia in senso generale, tutti i legami. 
SIPPE - Ossia il clan o tribù famigliare, famiglia patriarcale. 
 
All'interno della famiglia nucleare (Kyn) abbiamo: 

HUSBONDI - Il marito, padrone, capofamiglia. 
HUSFREYA - la moglie, matrona, amministratrice della casa. 

 
Anche per i figli esiste una "gerarchia" in base all'età: 
KINDER (m) / MEYLA (f) - Fino a 5 anni. 
FROSTRAR (m) / LASKURA (f) - Dai 6 ai 10 anni. 
SVENN (m) / MAER (f) - Dagli 11 ai 15 anni. 
 
Nelle Sippe, o famiglie patriarcali, vi era una vera propria gerarchia interna: 

1 - Famiglia del Patriarca (Patriarca, Matrona) 
2 - Ramo principale (Erede dinastico e famiglia) 
3 - Rami cadetti (Figli maschi in successione) 
4 - Rami secondari (zii, primi cugini, linea paterna)
5 - Parenti acquisiti (parenti della sposa in ordine di rango)
6 - Fratelli giurati (fratelli e primi cugini della sposa) 
7 - Amici intimi (esterni alla famiglia, ma di fatto "di casa")
8 - Liberi servitori
9 - Vecchi e malati a carico
10 - Schiavi 
Ogni membro di Odhinsynir deve adottare un nome vichingo: tale nome viene assegnato in modo parziale (solo il soprannome) all'inizio del periodo di prova, il resto al momento dell'ammissione definitiva. Il nome si compone di: 
NOME PROPRIO - Il nome vero, scelto dallo stesso membro a fine del 1° anno.  
SOPRANNOME - Assegnato all'inizio del periodo di prova, poi mantenuto.  
PATRONIMICO - Nome del membro anziano che presenta quello nuovo.  
Il patronimico è seguito dalla particella "SON" (figlio di ... Es: Olafson, figlio di Olaf) o "DOTTIR" (figlia di ... Es: Olafdottir, figlia di Olaf) a seconda del sesso del nuovo membro che assume il patronimico. 
COGNOME - Nome della famiglia, solo gli Adel scelgono il proprio, mentre gli altri adottano quello del loro Adel, ossia del Signore della Hafna (Circolo locale) in cui si associano. 

LA SOCIETÀ CIVILE 

La società vichinga era principalmente costituita da civili, che in caso di guerra prendevano le armi per difendere loro stessi e le proprie famiglie. Le principali attività lavorative erano: 
BONDI  - Contadino
SAUDMADHR - Pastore
SKOGMADHR - Taglialegna
VEIDHIMAN - Cacciatore
FISKMADHR - Pescatore 
FARMADHR - Marinaio (mercantile)
SMIDHR - Artigiano (qualsiasi materiale)
KAUPMADHR - Mercante (qualsiasi tipologia di merce)
LAGMASADHR - Giurista 
Per le donne, l'attività principale è quella di HUSFREYA, ossia "matrona" (donna di casa).  Questa comporta sia prendersi cura di eventuali figli, sia imparare tutti i lavori domestici del tempo, e soprattutto cucinare piatti tipici di allora. 
Scegliere di interpretare un ruolo civile equivale a scegliere di imparare di fatto una professione come fosse la propria anche nella realtà, ed essere in grado di relazionare su di essa. Anche nei minimi dettagli. 
Le antiche leggi vichinghe autorizzavano l'uomo ad avere più concubine, oltre alla moglie ufficiale. Ognuna di queste era detta FRILLA. Nel nostro regolamento, il termine "Frilla" non sta per "concubina" ma di fatto per una persona, di sesso femminile, con cui un uomo può avere un rapporto di particolare intimità anche senza essere necessariamente amante. Se trai due si viene però a stabilire un rapporto di tipo amoroso "ufficiale", la "Frilla" diventa GENTA (fidanzata), in senso di "promessa sposa", ed infine, se il matrimonio va a buon fine, Husfreya.